SE LA NATURA FOSSE STATA CONFORTEVOLE, L'UMANITA' NON AVREBBE MAI INVENTATO L'ARCHITETTURA - Oscar Wilde
  • Nuovo centro didattico e sportivo a Monasterolo (Bg)

    Categoria: Concorsi / Proposte
    Tipologia:
    Anno: 2005
    • Con Architetto Francois Mertens

    Il bando di concorso del Comune di Monasterolo prevedeva realizzazione di un Centro didattico sportivo ricreativo che comprendesse una scuola elementare, una palestra, spazi per associazioni e tutti i necessari servizi complementari. Particolare attenzione è stata posta da parte dell’Ente banditore alla qualità dell’intervento attraverso l’individuazione di soluzioni che incentivassero una migliore fruizione ed offerta dei servizi, un corretto uso degli spazi. L’idea progettuale nasce dal luogo e dalle sue peculiarità, Il luogo è divenuto matrice del progetto, il paesaggio, durante l’iter investigativo, non è mai stato considerato come sfondo al progetto, ma struttura fondativa dell’intero impianto. Il complesso si struttura intorno alle aree aperte, ognuna delle quali assume caratteri propri e peculiari, lo spazio aperto viene trattato con uguale attenzione dello spazio coperto, architettura e paesaggio si fondono insieme in un unico corpo. Particolare attenzione è stata posta sul miglior soleggiamento dell’area in relazione alle funzioni espletate negli ambienti.

    Per l’intero complesso sono state previste le seguenti predisposizioni per il risparmio energetico:

    • Ventilazione naturale con aria notturna nel periodo estivo per favorire il raffrescamento degli ambienti, approfittando dello scambio termico favorito dalla quota prealpina.
    • Installazione di pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua calda (100%) e per l’integrazione del riscaldamento (da 20 al 40%).
    • Installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione dell’energia elettrica, che se in eccesso cedibile al fornitore che ha in gestione la distribuzione.
    • Utilizzo di acqua di seconda falda a temperatura costante per raffrescamento estivo dell’edificio mediante l’impianto fan-coil.
    • Predisposizione di tubi interrati per il prelievo di aria a temperature pressoché costante nell’arco dell’anno a incrementare i ricambi d’aria delle UTA. Gli stessi tubi potranno essere utilizzati per il prelievo di aria per il raffrescamento mediante l’utilizzo di apposite condutture di distribuzione aria eventualmente da prevedere.
    CONDIVIDI QUESTO PROGETTO SU
    Scroll Up

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi